Cosenza, la formazione dopo la campagna acquisti

Una campagna acquisti importante dal punto di vista numerico, con 22 nuovi innesti totali nella fase post riammissione, ma con un organico imbottito di giovani e di promesse che dovranno dimostrare il proprio valore.

Il colpo più importante è ovviamente quello del ritorno di Luca Palmiero, ancora una volta in prestito dal Napoli.

Dopo le due stagioni in rossoblù, quella della promozione in Serie B e quella della quasi tranquilla salvezza conquistata nel primo anno di ritorno tra i cadetti, il regista napoletano ha giocato un campionato a Pescara ed uno a Verona, versante Chievo. Per lui questa potrà essere la stagione della definitiva consacrazione, prima di eventualmente ritornare tra i partenopei con i gradi di titolare. Potrebbe tra l'altro quest'anno indossare la fascia di capitano, per presenze e per carisma, se Angelino Corsi non dovesse, come probabile, partire spesso tra i titolari.

Vediamo il quadro dei possibili titolari in base al nuovo organico, considerando il 3-5-2 preferito da Zaffaroni.

PORTIERE. La porta dovrà essere difesa stabilmente da Vigorito

Saracco e Matosevic saranno  entrambi in panchina, con una gerarchia da definire tra i due. Lo sfortunato Del Favero non è escluso che torni a Torino per curarsi.

DIFESA. I tre difensioni saranno probabilmente scelti tra Rigione, Tiritiello, Vaisanen e Minelli.

Non mancheranno gli spazi per Venturi e Pirrello.

LATERALI I due laterali titolari potrebbero essere Bittante, al rientro e con la possibilità già dimostrata in passato di spostarsi a sinistra e Anderson, con l'alternativa Sy.

Gli altri due, Corsi e Panico sembrano destinati ad un ruolo di rincalzo.

CENTRALI Già detto di Palmiero che dovrà essere, soprattutto in campo, il leader della squadra. Per gli altri due posti da titolare i preferiti potrebbero essere Carraro e Situm, in attesa del rientro di Gerbo.

Boultam e Vallocchia devono ancora trovare una loro dimensione nel gruppo, qualche spazio lo troverà sicuramente ancora il giovane Florenzi e con lui da valutare anche il nuovo arrivo Eyango

ATTACCANTI. I due che saranno schierati più frequentemente saranno probabilmente da scegliere tra Millico, Gori e Pandolfi.

Sueva e Caso sembrano più adatti a ricoprire un ruolo di fascia. Qualche volta uno almeno uno dei due potrebbe essere destinato al ruolo di esterno di centrocampo, certo con una propensione più offensiva. salvo che Zaffaroni non decida in qualche momento di partita, di giocare con un attacco a tre.

Kristoffersen è l'altra alternativa, se imparerà a sfruttare i suoi quasi due metri di altezza. Le referenze che ci arrivano da Salerno non sono però dense di speranza.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione