Gli arrestati di Roma per i disordini del 9 ottobre

Questi alcuni dei nomi degli arrestati a seguito degli incidenti nella manifestazione di Roma di sabato 9 aprile, la maggior parte dei quali tra i vertici di Forza Nuova.

 

    

Roberto

FIORE

Nato a Roma il 15 aprile del 1959. Sposato con la spagnola Esmeralda Burgos, dalla quale ha avuto undici figli, fin da giovanissimo ha legato il suo nome ai movimenti di estrema destra. Nel 1978 fonda Terza Posizione assieme a Giuseppe Dimitri e Gabriele Adinolfi, un movimento neofascista, sciolto nel 1982 quando Fiore si trovava già all’estero.

Indagato, e poi assolto, per la strage di Bologna del 2 agosto 1980. Nello stesso anno per sfuggire ad un mandato di cattura fugge a Londra. Le autorità britanniche negheranno sempre l'estradizione.

Tante sono le voci che lo accostano nel suo periodo londinese ai servizi segreti britannici. In seguito, la Commissione europea d’inchiesta su razzismo e xenofobia del 1991 parlò di una sua affiliazione all’MI6 (l’intelligence britannica) fin dai primi anni ’80.

Nel 1999, anno in cui i reati per cui è stato condannato in via definitiva sono andati in prescrizione, Roberto Fiore rientra in Italia.

Negli anni della sua latitanza londinese infatti Fiore, assieme all’amico e anche lui neofascista Massimiliano Morsello, ha fondato la Easy London, una società leader dei viaggi studio nella capitale inglese.

Oltre a Easy London, l’impero economico di Fiore col tempo però si arricchisce anche di ristoranti, negozi e soprattutto di una vasto portafoglio di proprietà immobiliari.

Da Londra gestisce le strutture per ospitare ed insegnare l'inglese agli stranieri, in particolare agli italiani e i loro soggiorni in Gran Bretagna. Arriva a fatturare, si stima, circa 30 milioni di euro all'anno.

Luigi

 ARONICA

Aronica, noto anche come "er Pantera di Monteverde", ha 65 anni ed è stato uno dei fondatori dei Nar, Nuclei Armati Rivoluzionari (Organizzazione neofascista, attiva tra il 1977 e il 1981). Negli ultimi anni è ricomparso come attivista di Forza Nuova.

Aronica è stato già condannato a 18 anni di carcere per alcuni reati compiuti durante la sua militanza nei Nar: il suo nome compare nella vicenda dell’omicidio di Walter Rossi, il giovane romano di Lotta Continua assassinato il 30 settembre 1977 mentre faceva volantinaggio antifascista nel quartiere della Balduina. Nel marzo dello stesso anno, Aronica fu tra gli autori di un raid in un ristorante di Borgo Pio, a Roma, in cui rimasero ferite due persone.

 

 

 Giuliano

CASTELLINO

45 anni, sorvegliato speciale, leader romano di Fn e vicepresidente nazionale. Attualmente a processo per l’aggressione ai videomaker dell’Espresso del 7 gennaio 2019, in occasione della commemorazione della strage di Acca Larentia, procedimento che lo vede condannato in primo grado a 5 anni e 6 mesi.

Condanna per ora in primo grado anche per gli scontri del settembre 2017 al quartiere romano del Trullo, quando colpì tre poliziotti con dei sampietrini nel protestare contro l’assegnazione di una casa popolare a una famiglia del Bangladesh. Più lungo l’elenco delle segnalazioni delle forze dell’ordine.

“Soggetto pericoloso” per il Tribunale di Roma, sorvegliato speciale dal 31 gennaio 2021 con obbligo di residenza e divieto di presenziare alle manifestazioni pubbliche. Il 31 dicembre 2015 se ne andava in giro per Roma con un etto di cocaina nella sella del motorino e 30 “bomboni” nello zaino: passò il Capodanno in cella, poi il giudice decretò che la cocaina era per uso personale e l’esplosivo serviva per festeggiare l’arrivo del nuovo anno.

   Fabio CORRADETTI

 E' il 20 enne figlio della compagna di Castellino.

Nel 2019 ha patteggiato un anno per  una sassaiola contro i carabinieri (avvenuta mentre festeggiava il suo 18° compleanno)

   Pamela TESTA  Ha 39 anni la promotrice della manifestazione di sabato, unica donna fra gli arrestati, militante di FN
   Biagio PASSARO Ristoratore,  leader del movimento "Io Apro". Ha realizzato il video della diretta facebook dell'assalto alla sede della Cgil.

 Non sono ancora noti i nomi degli altri sei arrestati.

I più letti oggi

I più letti del mese

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione