Da Whynot a Toghe Lucane, ora fino alla Consip. Certi nomi ci girano sempre intorno. Entrambi molto amici dell'allora pm di Catanzaro e ora sindaco di Napoli Luigi de Magistris, Henry John Woodcock e Federica Sciarelli adesso finiscono indagati.

Naturalmente, come già ampiamente visto nel passato (e nel presente), difficilmente si arriverà ad un giudizio con una condanna definitiva nei confronti di un magistrato e di una giornalista.

Ma è un segnale che forse nella costruzione del castello Consip (inteso come caso mediatico giudiziario) si stesse cercando di ricostruire sempre i teoremi già visti nel passato sull'asse Catanzaro-Potenza-Salerno-Roma.

Violazione del segreto d'ufficio. Nell'inchiesta Consip  per tale motivo è rimasto coinvolto il pubblico ministero napoletano Henry John Woodcock, accusato di aver passato alcuni atti dell'inchiesta al Fatto Quotidiano. Il tramite sarebbe stata la giornalista Federica Sciarelli, nota conduttrice del programma televisivo "Chi l'ha visto?", anche lei indagata, e da tempo ritenuta amica o compagna del pm napoletano. Alla cronista è stato anche sequestrato il telefono cellulare.

A dicembre, quando l'indagine sulla centrale unica acquisti della pubblica amministrazione passò per competenza da Napoli a Roma, il quotidiano diretto da Marco Travaglio pubblicò alcune carte coperte dal segreto. Gli atti di indagine di questi mesi rivelerebbero che dietro alla fuga di notizie ci sia il pm partenopeo, titolare del fascicolo fino a quel momento.

Per questo il procuratore aggiunto Paolo Ielo e il sostituto Mario Palazzi hanno deciso di iscriverlo per violazione del segreto e hanno dato comunicazione al ministero della Giustizia, al Consiglio Superiore (che già aveva aperto un fascicolo sul suo operato) e alla procura generale presso la Corte di Cassazione.

Da lungo tempo amica del pm napoletano, nei riguardi di Federica Sciarelli è contestato il reato di concorso in rivelazione di segreto. Secondo l'accusa, Sciarelli sarebbe stata il tramite per il passaggio delle informazioni da Woodcock a un giornalista del Fatto Quotidiano.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

feed

feed-image feed

 

 
intopic

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione