Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

mondo piccolo roba minimaSarà presentata a Lamezia Terme il prossimo 16 settembre la kermesse itinerante “Mondo Piccolo Roba Minima. Le periferie esistenziali di Giovannino Guareschi e Enzo Jannacci”, raccolta di video, testi, immagini e fumetti realizzata per il Meeting dell’Amicizia tra i popoli di Rimini in continua affermazione di consenso e interesse di critica e pubblico.

Che cosa hanno in comune il Mondo piccolo, l’universo della Bassa parmense raccontato da Giovannino Guareschi, l’autore italiano più tradotto nel mondo, e la Roba minima, la “roba de barbun”, dei “disgraziati” cantati da Enzo Jannacci, il geniale e poetico medico-cantante?

Cosa lega don Camillo e Peppone, la maestra Cristina, la figlia dei ricchi borghesi eletta Miss alla festa dell’Unità con i personaggi jannacciani, come Vincenzina davanti alla fabbrica, il senzatetto con le scarpe da tennis, l’innamorato che “prende il treno per non essere da meno”? Mondo piccolo e Roba minima: sono la periferia dell’umano. Si tratta di personaggi in apparenza marginali, che non cercano il riconoscimento sociale ma, non si sa come, semplicemente stanno, vivendo dei loro bisogni e desideri. In realtà sono il centro dell’esistenza. L’“io” messo a nudo. Quello che rimane quando tutto sembra crollare. Guareschi e Jannacci: unici, diversi ma profondamente simili. Ironici ma mai cinici e sempre complici di ogni piega dell’umano. Non hanno alcuna ideologia da difendere, non fanno la predica, non parlano “sopra” ai loro personaggi, ma leggono il mondo attraverso i loro sguardi liberi.

All’evento sarà presente Giorgio Vittadini, Presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, ideatore e tra i curatori della mostra. L’appuntamento si svolgerà presso la Caffetteria Dolce Italia, in piazza Italia a Lamezia Terme/Sant’Eufemia.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione