Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

<mostra don giussaniDal 2 al 3 luglio presso il complesso monumentale S. Domenico, a Lamezia Terme, verrà allestita una mostra in memoria di don Luigi Giussani a dieci anni dalla morte del fondatore di Comunione e Liberazione.

«Dalla mia vita alla vostra» è il titolo dell’esposizione che ripercorre attraverso scritti, parole, immagini e video il cuore del messaggio di don Giussani, il sacerdote brianzolo che, nelle vesti di insegnante di Religione del Liceo Berchet nella Milano dei primi anni ’50 , ha affascinato migliaia di giovani con una proposta di fede, dando vita a un movimento ecclesiale oggi presente in novanta paesi.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

di Julián Carrón*

 La tragedia spagnola, gli attentati in Belgio. E un bisogno profondo che ancora una volta torna a farsi sentire. Il presidente della Fraternità di CL ha scritto al "Corriere della Sera": «Cristo si offre come risposta all’altezza»

Caro Direttore, ancora una volta il dolore straziante bussa alla nostra porta, sconvolgendo tutto. In Spagna la fragilità di un colpo di sonno finisce in tragedia. In Belgio il vuoto mostra di nuovo la sua faccia violenta e spietata, la sua «cieca violenza», come ha detto papa Francesco. 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Mantegna adorazione dei magiEPIFANIA, I RE MAGI, IL VERO SIGNIFICATO DELLA FESTA.

Che razza di bisogno dovevano avere i Magi per mettersi insieme alla volta di un viaggio così lungo! La Scrittura non ci dice molto su di loro, ma una cosa balza subito agli occhi: nel Vangelo essi non hanno nome, sono tre eppure sono trattati come uno. L’amicizia che sperimentavano tra loro era tale che – per dirla con Cicerone – idem velle, idem nolle. Desideravano la stessa cosa e respingevano la stessa cosa. Ma che cosa permette una compagnia di questo tipo, una fraternità che superi le differenze di cultura, di razza, di storia che la Tradizione ci tramanda come tratti distintivi dei Tre Re al centro del racconto dell’Epifania?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

checco zalone QuoVadoUn film contro stereotipi e moralismi.

Quo Vado? Il nuovo film di Checco Zalone è senza dubbio un film divertentissimo, quasi esilarante in certe scene. L’Italia cinematografica con questo film può dire di aver ritrovato un comico di livello assoluto, capace di piacere a tutti, sprovincializzato anche se mantiene le sue caratteristiche ed il suo accento di pugliese e di uomo del sud. Un film che dal punto di vista della comicità potrebbe collocare Zalone nella scia di grandi predecessori come Totò, Alberto Sordi e Massimo Troisi.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Julian Carron e Papa Francescodi Massimo Borghesi - filosofo

Non è stato un appuntamento rituale, meramente “ecclesiastico”, l’incontro di papa Francesco, sabato 7 marzo in piazza San Pietro, con gli 80.000 di Comunione e Liberazione. Le parole che sono risuonate, del discorso papale, hanno indotto taluni a parlare di critiche aperte, di “bastonature”, di un “amore non corrisposto”, di trattamento ineguale rispetto a quello riservato ad altri movimenti. Insomma per CL, abituata ad essere al centro della scena ecclesiale sotto i pontificati di Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI, sarebbe suonata la campana della sera. In realtà se si rilegge il discorso del Papa non è dato affatto di cogliere il tono negativo che i critici abituali di CL, sommati a coloro che non amano Francesco, hanno ritenuto di trovarvi. Sono presenti, certamente, delle osservazioni critiche, precise e puntuali, ma queste sono in profonda sintonia con quanto don Luigi Giussani, il sacerdote che è all’inizio dell’esperienza di Comunione e Liberazione, ha, a più riprese, mosso allo stesso movimento. L’ottica papale, cioè, non è stata quella di chi, diffidente da sempre, ha colto l’occasione per una reprimenda, ma di colui che, apprezzando chiaramente la testimonianza ed il pensiero di don Giussani, desidera che la realtà da lui promossa non si perda nelle strette dei formalismi, dell’autocompiacimento narcisistico, delle brame di potere, delle derive secolarizzanti.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

mondo piccolo roba minimaSarà presentata a Lamezia Terme il prossimo 16 settembre la kermesse itinerante “Mondo Piccolo Roba Minima. Le periferie esistenziali di Giovannino Guareschi e Enzo Jannacci”, raccolta di video, testi, immagini e fumetti realizzata per il Meeting dell’Amicizia tra i popoli di Rimini in continua affermazione di consenso e interesse di critica e pubblico.

Che cosa hanno in comune il Mondo piccolo, l’universo della Bassa parmense raccontato da Giovannino Guareschi, l’autore italiano più tradotto nel mondo, e la Roba minima, la “roba de barbun”, dei “disgraziati” cantati da Enzo Jannacci, il geniale e poetico medico-cantante?

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

papa FrancescoIl Giubileo della Misericordia, annunciato ieri dal Papa durante la celebrazione penitenziale nella Basilica di San Pietro, non solo corona la fine del secondo anno di pontificato di Francesco, ma rappresenta un evento di portata storica per la Chiesa cattolica e per il mondo intero. L'Anno Santo che inizierà l'8 dicembre prossimo, e si concluderà il 20 novembre del 2016, si rapporta al pontificato di Francesco come il Concilio Vaticano II si rapportò a quello di Giovanni XXIII: esso, infatti, ne segna in qualche modo l'apice e l'essenza, la vera eredità che il Papa desidera consegnare alla Chiesa e a tutti gli uomini di buona volontà.

Non è un caso, allora, la data scelta per dare il via a tale avvenimento: l'8 dicembre 2015, infatti, oltre ad essere la solennità dell'Immacolata Concezione, è anche il cinquantesimo anniversario della chiusura del Concilio, a significare l'ideale continuità tra i due momenti e il ruolo loro assegnato di "porte" che lo Spirito Santo — attraverso la Chiesa — desidera aprire nel nostro tempo per incontrare l'umanità intera. Quelle porte non sono uno "spot pubblicitario" o "un'operazione di marketing" portata avanti da Bergoglio per "raggranellare" qualche entrata straordinaria per la Chiesa, e neppure un modo con cui il Papa intende "influenzare il prossimo Sinodo dei Vescovi sulla Famiglia" o "imporre la propria visione teologica a tutta la Cristianità": chi commenta con questi toni non manifesta una lontananza dalla "linea del Papa" quanto una lontananza da sé.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

di Federico Pichetto su ilsussidiario.net

Caro direttore,

le scrivo perché il dibattito che si è aperto attorno alla bella manifestazione di ieri a Roma in difesa della famiglia rischia a parer mio di perdere per strada alcune considerazioni di fondo. Prima di esporle chiedo semplicemente al lettore un minimo di cordialità e di apertura, senza pensare — solo perché si è letto il titolo dell'articolo o altri miei articoli — di sapere già dove intendo arrivare.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

conzativicci

A grande richiesta torna “Conzativicci”.

La commedia evento del 2014

feed

feed-image feed

 

 
intopic

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione