Spingere sconosciuti sotto il treno: la follia newyorkese sbarcata in Italia?

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Categoria: Cronaca
Data pubblicazione
Scritto da Super User

È stato fermato dai poliziotti della squadra Mobile di Roma un uomo considerato responsabile di aver spinto venerdì una cittadina peruviana sotto la metro a Roma. Si tratta di un italiano di 47 anni, I.T., che ora è accusato di tentato omicidio. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, sembra che si tratti del gesto di un folle e che i due non si conoscessero.

La pazzia di spingere sconosciuti sui binari, quando il treno sta arrivando, è una tremenda abitudine famosa soprattutto a New York.

Questi solo alcuni dei casi ricostruiti con una veloce ricerca su internet.

9/01/1999, Kendra Webdale, una giornalista di 32 anni, venne spinta sotto il treno della metro in una stazione di Broadway da uno schizofrenico di 29 anni, Andrew Goldstein.

29/4/1999 nella stazione della 51th strada Julio Perez, un senzatetto di 29 anni, spinge sotto il treno della metro l’impiegato di una copisteria, Edgar Rivera, 49 anni, che a seguito dell’aggressione perse entrambe le gambe.

16/11/2014 A New York è caccia all'uomo che ieri nel Bronx ha spinto un altro uomo sulle rotaie della metropolitana proprio mentre un treno stava arrivando alla stazione. Wai Kuen Kwok, 61 anni, è morto sul colpo alle 8.44 di ieri mattina, le 14.44 italiane. Kwok si trovava sulla banchina con la moglie quando un uomo si è avvicinato a lui da dietro e lo ha spinto. "Non c'è stata alcuna lite o niente di simile, solo una spinta", ha dichiarato al Guardian un portavoce del dipartimento della Polizia della metropoli americana.

7/11/2016 Melanie Liverpool-Turner, 30anni, viene arrestata per aver spinto sotto un treno della metropolitana un’altra donna Connie Watton, 49 anni, provocandone la morte. Dopo l’arresto la polizia ha attribuito alla donna anche l’analoga morte di uno studente del German Collage avvenuta un mese prima alla stazione di Union Square ed inizialmente classificato come suicidio.

27/12/2016 Ancora un omicidio senza senso nella metropolitana di New York, il secondo in meno di un mese. Apparentemente senza un vero perché, una donna ha spinto con forza un uomo, un immigrato indiano, sui binari, improvvisamente, alle spalle, e lui non l’ha neanche vista arrivare: è così caduto proprio davanti al treno che stava arrivando, e che inevitabilmente lo ha travolto e ucciso. È successo alla stazione Sunnyside di Queens. La donna, hanno riferito dei testimoni alla polizia, era seduta su una panchina. Era pensierosa, rimuginava tra sé quando si è alzata e ha cominciato a camminare lungo la piattaforma. La donna, Erika Menendez, 31 anni, qualche giorno dopo, è stata accusata di omicidio «motivato dall'odio religioso». Ha confessato il brutale attacco motivandolo con il suo odio contro i musulmani e gli immigrati hindu, scatenato -ha detto- dagli attentati dell'11 settembre. Successivamente è stata condannata a 24 anni di carcere. 

Ci auguriamo che il caso di Roma resti isolato

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

I più letti del mese
feed

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione