#terremoto Una donna con respiratore artificiale sotto le macerie a Cascia

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Categoria: Cronaca
Data pubblicazione
Scritto da redazione

La magnitudo è stata rideterminata in 6.5. Al momento non c'è notizia di vittime. Dieci feriti di cui due gravi.

Le squadre dei vigili del fuoco hanno recuperato 6 feriti dalle macerie a Norcia. Si tratta di prevalentemente di anziani, le cui condizioni non sono gravi. Sei elicotteri della protezione civile sono attualmente impiegati per trasferire i feriti nell'ospedale di Foligno.

Crollata la Basilica di S. Benedetto a Norcia.

La presidente della Regione Umbria avrebbe "notizie drammatiche".

Umbria Journal scrive: Vengono segnalati crolli in molte città, tra cui Norcia dove si segnalano ulteriori danni. La casa di San Benedetto non c’è più. A Cascia c’è una donna sotto le macerie con respiratore che attende di essere liberata dai vigili del fuoco. Diversi crolli nella zona di Preci dove il sindaco Pietro Bellini sta verificando le condizioni della popolazione. Bellini ha parlato di “crolli, anche di chiese, nelle frazioni e negli altri centri minori di Preci”. Problemi anche al Coc di Norcia, si parla di un pilastro crollato.

Non si parla di vittime e feriti, perché le scosse dei giorni precedenti ha spinto le persone fuori casa, ma ci sono problemi grossi alla viabilità. La Strada statale 685 delle Tre Valli Umbre è stata chiusa per caduta massi.

Catiuscia Marini, la presidente dell’Umbria, parla di «notizie drammatiche» provenienti da Norcia. La governatrice sta raggiungendo il centro di Protezione civile di Foligno per seguire la situazione. Davanti alla statua di San Benedetto a Norcia i frati pregano in ginocchio.

Il Direttore regionale dei VVF dell’Umbria Ruggiero ha disposto il richiamo in servizio di tutto il personale dei Comandi di Perugia e Terni. Da subito tutte le squadre sono state inviate in Valnerina dove si trovavano già 60 unità presso il campo base allestito per il precedente sisma. Sono state attivate anche le unità cinofile. Da altre regioni stanno arrivando 10 sezioni operative del CNVVF con 9 unità e mezzi specializzati per operare in situazione di post sisma. Il 115 non smette mai di suonare e arrivano richieste da tutta la provincia in particolare dalla fascia appenninica ma anche da Perugia oltre che da Spoleto e Foligno.

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

I più letti del mese
feed

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione