Gli Amanti del Sole

Your accomodation in Calabria

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

meteo 16 22 gennaioNei prossimi giorni ci sarà un drastico cambiamento meteorologico contrassegnato da un notevole calo delle temperature.

"Avremo - affermano i meteorologi - un generale ridimensionamento delle temperature che torneranno su valori più vicini alle medie stagionali per l'arrivo di una massa d'aria fredda dal nord Europa. Nel giro di qualche giorno potrebbe arrivare un ulteriore colpo di scena. A partire dal fine settimana, secondo gli ultimi aggiornamenti dei modelli, potremmo dover fare i conti con l'irruzione di una massa d'aria gelida, di origine artica continentale, in arrivo dall'ovest della Russia".

"Questo nucleo di aria molto fredda invaderà dapprima la Penisola balcanica per poi dirigersi verso il nostro Paese. A partire da sabato, - precisano dal centro Epson - e in maniera più diffusa e sensibile all'inizio della prossima settimana, si potrebbe dunque verificare un crollo termico di notevoli dimensioni".

Intanto sulla durata del freddo gli esperti non si sbilanciano ma fanno sapere che in media l'irruzione fredda dovrebbe attestarsi "sui 3-4 giorni, dopodiché dovremo nuovamente affidarci alle dinamiche emisferiche per tracciare una nuova tendenza. Al momento - concludono - sembrano sussistere le condizioni per un vero e proprio cambio di marcia invernale, con ripetute occasioni per freddo e neve anche a cavallo tra fine gennaio e la prima decade di febbraio".

Secondo ilmeteo.it un'eccezionale ondata di freddo interesserà il periodo che va dal 16 gennaio e fino ad almeno il 22 gennaio. Una previsione confermata anche dai movimenti delle masse d'aria a circa 5500 metri di quota (500 hpa, ndr).

SITUAZIONE - L'alta pressione nella settimana 11-16 gennaio inizierà a spostarsi in Atlantico portandosi verso latitudini settentrionali. Questa sua manovra favorirà l'arrivo di masse d'aria decisamente fredde direttamente dai comparti russo-siberiani.

CONSEGUENZE - Dal 15-16 gennaio inizieranno ad affluire correnti via via più fredde sulla nostra Penisola che diverranno gelide dal 17-18 gennaio. A tutt'oggi l'ingresso di venti forti freddissimi non sarebbe accompagnato da nubi foriere di nevicate fino in pianura, se non a livello locale, e soprattutto sul Centro-Sud adriatico, quindi Abruzzo, Molise e Puglia. Le temperature subiranno una repentina diminuzione, con valori che giorno a stento supereranno i 2-4° al Nord, di notte le Alpi toccheranno i primi -25° e di giorno vivranno giornate di ghiaccio con valori sempre sotto lo zero. Temperature notturne che al Nord scenderanno di 4/5° sotto lo zero, 1/2° sotto lo zero anche al Centro, di pochissimo sopra lo zero al Sud.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

feed

feed-image feed

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione