Gli Amanti del Sole

Your accomodation in Calabria

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Crolli a Norcia, Amatrice e nelle zone già colpite. Panico anche a Roma e Firenze.

Una scossa fortissima ha interessato l'Italia centrale alle 7.40 di domenica 30 ottobre. Il terremoto è durato diversi secondi con un'intensità pari o forse superiore alle scosse di mercoledì 26 ottobre. Il sisma è stato avvertito nitidamente in tutta l'Italia centrale, fino a Roma e in Toscana.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

meteo calabriaLa pioggia ha iniziato a ridurre il livello delle polveri sottili (Pm10) e va verso il rientro l'allarme per lo smog nelle grandi città.

I romani si sono svegliati con le strade bagnate da una pioggerella fine ma di buon auspicio, viste anche le previsioni per i prossimi giorni, nella lotta alle polveri sottili. Nonostante i provvedimenti di targhe alterne disposti dal Campidoglio lunedì e martedì scorso, infatti, i livelli del pm10 sono rimasti "fuorilegge". Anche oggi stop ai veicoli più inquinanti e confermato il tetto massimo di 18 gradi per i riscaldamenti in case e uffici.

Allerta neve in Emilia-Romagna per 33 ore, dalle 7 di sabato alle 16 di domenica; nei giorni seguenti "è previsto l'alternarsi di impulsi perturbati con possibilità di ulteriori nevicate sulle pianure centro occidentali". Secondo la Protezione civile regionale, sono previsti 10-30 cm sul settore appenninico emiliano, più modesti su quello romagnolo; in pianura accumuli al suolo di 5-10 cm sul settore più occidentale della regione, 1-3 cm verso Bologna. Non sarà coinvolta la fascia costiera.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

yara gambirasioAlla sedicesima udienza del processo per l’omicidio di Yara è comparso in aula il fantasma di un’altra donna misteriosa. Una donna che lasciato il suo Dna mitocondriale in un capello incastrato fra il giubbotto della vittima e il terreno sul quale il corpo di Yara era riverso nel campo di Chignolo.

LO STESSO COGNOME DELLA MAESTRA – Questa donna, della quale non si era mai parlato in 5 anni di indagini e in 15 udienze processuali, si chiama Rosita Brena. Ha lo stesso cognome di Silvia Brena, la maestra di ginnastica di Yara che ha lasciato sul polsino del giubbino il suo Dna. Ma in questo momento nessuno, a parte forse la Procura, sa chi sia. Solo una omonimia con la maestra? Una parente? Dove abita? Mistero assoluto.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Dalle prime ora di questa mattina, i carabinieri del Ros e di Reggio Calabria stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa su richiesta della procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria nei confronti di 5 persone per associazione mafiosa.  

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

È stato fermato dai poliziotti della squadra Mobile di Roma un uomo considerato responsabile di aver spinto venerdì una cittadina peruviana sotto la metro a Roma. Si tratta di un italiano di 47 anni, I.T., che ora è accusato di tentato omicidio. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, sembra che si tratti del gesto di un folle e che i due non si conoscessero.

La pazzia di spingere sconosciuti sui binari, quando il treno sta arrivando, è una tremenda abitudine famosa soprattutto a New York.

Questi solo alcuni dei casi ricostruiti con una veloce ricerca su internet.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Revocati gli arresti domiciliari per l’ex sottosegretario alle infrastrutture ed ex presidente della Regione Calabria Luigi Meduri, accusato di traffico di influenze nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Roma sulle tangenti per appalti Anas. Meduri era stato arrestato lo scorso 22 ottobre e, poiché ha più di settant’anni, era stato ammesso al beneficio dei domiciliari. Il gip Giulia Proto ha accolto la richiesta di revoca dei domiciliari avanzata dall’avvocato Antonio Managò, legale di Meduri. Per lui ora vige solo l’obbligo di firma.

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Venerdì 40 gradi a Cosenza

l flusso perturbato atlantico scende di latitudine favorendo  l'arrivo di aria calda algerina, trasportata dall'anticiclone africano Caronte. L'aria calda dapprima toccherà Sardegna e regioni centrali poi si concentrerà al Sud, segnatamente su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia.

Nella giornata di Martedì 27 sarà il Centro Italia a misurare valori sopra la media con Firenze e Roma che potrebbero raggiungere i 34/36°, caldo anche nelle zone interne della Sardegna meridionale e in Puglia con valori sopra i 36°. 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il pittore profeta. E’ questo quello che si potrebbe pensare di Umberto Romano, che nel 1937 dipinse questo murales. C’è infatti un particolare molto curioso: uno dei protagonisti stringe fra le mani un cellulare.

Sta facendo il giro del web il dipinto realizzato dall’artista italiano intitolato “Mr. Pynchon and the Settling of Springfield”. L’opera racconta l’incontro del 1630 fra due tribù del New England, i Nipmuc e i Pocumtuc, con i coloni inglesi che provenivano dal Massachusetts. Fra i particolari che attirano immediatamente l’attenzione ce n’è uno che sta facendo molto discutere.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

I dati di milioni di persone a rischio a causa di falle di sicurezza che interessano le connessioni Wi-fi. Nel Wpa2, cioè uno degli algoritmi di crittografia del Wi-Fi, sono state trovate vulnerabilità che possono essere usate da cybercriminali per "rubare informazioni sensibili come carte di credito, password, chat, email", spiega l'università belga KU Leuven che ha scoperto le falle, al momento non sfruttate, grazie al lavoro del ricercatore Mathy Vanhoef.

feed

feed-image feed

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione