Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

È stato fermato dai poliziotti della squadra Mobile di Roma un uomo considerato responsabile di aver spinto venerdì una cittadina peruviana sotto la metro a Roma. Si tratta di un italiano di 47 anni, I.T., che ora è accusato di tentato omicidio. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, sembra che si tratti del gesto di un folle e che i due non si conoscessero.

La pazzia di spingere sconosciuti sui binari, quando il treno sta arrivando, è una tremenda abitudine famosa soprattutto a New York.

Questi solo alcuni dei casi ricostruiti con una veloce ricerca su internet.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

I dati di milioni di persone a rischio a causa di falle di sicurezza che interessano le connessioni Wi-fi. Nel Wpa2, cioè uno degli algoritmi di crittografia del Wi-Fi, sono state trovate vulnerabilità che possono essere usate da cybercriminali per "rubare informazioni sensibili come carte di credito, password, chat, email", spiega l'università belga KU Leuven che ha scoperto le falle, al momento non sfruttate, grazie al lavoro del ricercatore Mathy Vanhoef.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il pittore profeta. E’ questo quello che si potrebbe pensare di Umberto Romano, che nel 1937 dipinse questo murales. C’è infatti un particolare molto curioso: uno dei protagonisti stringe fra le mani un cellulare.

Sta facendo il giro del web il dipinto realizzato dall’artista italiano intitolato “Mr. Pynchon and the Settling of Springfield”. L’opera racconta l’incontro del 1630 fra due tribù del New England, i Nipmuc e i Pocumtuc, con i coloni inglesi che provenivano dal Massachusetts. Fra i particolari che attirano immediatamente l’attenzione ce n’è uno che sta facendo molto discutere.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Venerdì 40 gradi a Cosenza

l flusso perturbato atlantico scende di latitudine favorendo  l'arrivo di aria calda algerina, trasportata dall'anticiclone africano Caronte. L'aria calda dapprima toccherà Sardegna e regioni centrali poi si concentrerà al Sud, segnatamente su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia.

Nella giornata di Martedì 27 sarà il Centro Italia a misurare valori sopra la media con Firenze e Roma che potrebbero raggiungere i 34/36°, caldo anche nelle zone interne della Sardegna meridionale e in Puglia con valori sopra i 36°. 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 Vigili al lavoro in tutta la Capitale per le verifiche tecniche.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

L'app di messaggistica istantanea non ha funzionato per circa due ore, tra le 22,30 di mercoledì e le 0,20 di giovedì.

In crisi di sconforto migliaia di italiani tra i milioni di utenti di quello che è divenuto ormai uno dei più utilizzati strumenti di comunicazione.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Sui siti dell'INGV l'intensità dei terremoti è di solito indicata con la magnitudo ML. La scossa più forte di questa mattina, quella delle 7.40 era inizialmente indicata con magnitudo ML 6.1

Successivamente è stata "corretta", o meglio aggiornata, con magnitudo Mwp (provvisoria) a 6.5.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Più intensa anche di quelle del Friuli nel 1976. La lista dei terremoti più forti dal 1900 ad oggi

La scossa di terremoto registrata questa mattina alle 7,40 in tutto il Centro Italia, attualmente stimata con  magnitudo 6,5 e profondità 10 km con epicentro tra Marche e Umbria, nella zona già duramente colpita dagli eventi del 24 agosto e di questa settimana, è stata la più forte dal 1980.

feed

feed-image feed

 

 
intopic

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione